Home » Parrocchie » Comunicato del Vescovo e dei Sacerdoti in relazione ai criteri adottati per partecipare alla Dedicazione e apertura al Culto della Chiesa S. Antonio di Padova

Comunicato del Vescovo e dei Sacerdoti in relazione ai criteri adottati per partecipare alla Dedicazione e apertura al Culto della Chiesa S. Antonio di Padova

Ai fini di evitare ulteriori polemiche inutili, con il rischio di “guardare al dito e non alla luna”, si chiarisce che la contingenza storica dovuta alla pandemia Covid-19, ancora in atto, si è imposta sulla scelta del metodo.

Le vigenti e vincolanti normative del Governo Nazionale impongono che all’interno della Chiesa possano entrare, esclusivamente, 132 persone dunque, se vogliamo aprire al Culto la nuova Chiesa, dobbiamo attenerci all’osservanza delle Leggi. Pertanto, la rappresentanza cristiana sarà composta, per ovvi motivi, da:

  • Sindaco;
  • Anziani e ammalati;
  • Coloro che partecipano quotidianamente alla S. Messa;
  • Una famiglia al completo in rappresentanza di tutte le famiglie;
  • Una rappresentanza del Centro storico.
  • Organismi ecclesiali di partecipazione (Caritas, Consiglio Pastorale, Catechisti, Affari economici);
  • Accoliti e Ministranti;
  • Una rappresentanza del Gruppo Giovani;
  • Una rappresentanza del Clero della zona jonica;
  • Una rappresentanza dei benefattori;
  • Gli operai che hanno partecipato ai lavori della Chiesa;
  • I tecnici;

Si chiarisce, altresì, che di queste categorie parteciperà un solo componente per famiglia!

Per evitare che qualcuno si senta escluso, la Diocesi ha offerto la diretta televisiva su TRM network e un maxi schermo davanti la Chiesa, come segno di vicinanza a tutta la popolazione di Nova Siri e dintorni ma, dovendo fare una scelta, si comprende bene che oltre questo non si è riusciti ad andare.

La vicinanza e l’impegno della Chiesa non sia in discussione: essa cerca di fare il massimo attraverso i mezzi che possiede.

Grande sarebbe stata la nostra gioia ad avere ogni singolo abitante presente fisicamente per condividere in fraternità questo evento, ma tutto ciò non è possibile!
Esortiamo dunque, a “guardare alla luna e non al dito” perché la gioia sia grande e condivisa, con la lode nel cuore per la carezza che Dio ha espresso alla nostra Comunità, nonostante il Corona Virus!
Con affetto paterno, salutiamo tutti nel Signore ed estendiamo ogni forma di benedizione a ciascuno, nella speranza di incontrarci presto nella nuova Chiesa nelle due Solennità prossime di S. Antonio e del Corpus Domini.

 

Ad Maiorem Dei Gloriam
Il Vescovo, don Mario e don Michelangelo

© 2011 Parrocchie di Nova Siri